Audi Quattro - revisione auto

Photo Audi Quattro

Nel marzo del 1980, al Salone di Ginevra, ebbe luogo il debutto della coupé sportiva Audi Quattro, destinata a trasformare l'industria automobilistica mondiale. Per la prima volta è stata offerta una vettura con il concetto di guida, precedentemente utilizzata solo su camion e SUV. L'idea di una vettura del genere ebbe origine nell'inverno del 1976/77. durante le prove sul veicolo fuoristrada dell'esercito sviluppato VW Iltis.

L'eccellente comportamento di questa vettura durante la guida su ghiaccio e neve ha portato all'idea di introdurre la trazione integrale VW Iltis nella Audi 80 seriale, mentre il motore con turbocompressione e raffreddamento intermedio ha preso in prestito la berlina Audi 200. Nello stesso anno, è stato effettuato un lavoro sperimentale Classe di auto facile e veloce "Gran Turismo" con eccellente stabilità chiamata Audi Quattro ("quattro" in italiano). I concorrenti all'idea di creare un'autovettura a quattro ruote motrici erano scettici. Molti critici non credevano nel successo delle auto da rally a trazione integrale, perché credevano che fossero troppo pesanti e difficili da costruire.

Photo Audi Quattro

Tuttavia, il successo nello sport ha portato la popolarità di Audi Quattro. L'interesse in esso alimentato e pubblicità prodezza, quando la macchina salì il salto con gli sci! Per diversi anni, ci fu un dibattito sul fatto che fosse truccato e se l'argano avesse trascinato la macchina. Per convincere tutti gli scettici, l'aumento è stato ripetuto. Il debutto sportivo del modello è avvenuto all'inizio del 1981 al rally di gennaio in Austria.

I risultati sportivi che seguirono portarono fama alla macchina, che non era soggetta a tempo. Dal 1982 al 1984, Quattro ha vinto quattro titoli di campionato. Dopo il successo nelle regate di sabbia e ghiaia, è stato lanciato il programma di corse su circuito e il concetto quattro ha dimostrato ancora una volta la sua superiorità: i piloti Audi hanno vinto i premi più prestigiosi negli Stati Uniti e in Europa. Coupe divenne immediatamente un bestseller, ma fu prodotto in piccolissime quantità.

Photo Audi Quattro

Durante il periodo dal 1980 al 1991 sono stati prodotti circa 11452 pezzi. Naturalmente, questo ha contribuito al mantenimento dell'esclusività attorno a questo modello di alone. È degno di nota che l'auto è conosciuta con vari nomi quattro, turbo quattro coupé, ma il più preciso è, forse, Ur-quattro, che può essere tradotto dal tedesco come "vero" quattro. La forza motrice principale era stata inizialmente proposta con un motore a 10 valvole da 2.1 L (2144 cm3), SOHC con una capacità di 203 CV (149 kV), che è stato presto migliorato a 2,2 L (2226 cm3). Successivamente, è stato sviluppato un motore DOHC da 2.2 L (2226 cm3) modificato da 20 valvole, con una potenza di 223 CV. (164 kV).

Vari modelli Audi Quattro avevano designazioni aggiuntive relative ai codici motore e distinguevano tra versioni precedenti e tardive. I primi modelli avevano un motore a 10 valvole con un volume di 2144 cm3, che si chiamava WR, un motore a 10 valvole con un volume di 2226 cm3 chiamato MB, e il successivo motore a 20 valvole chiamato RR. Così i modelli Quattro hanno cominciato a essere designati WR Quattro, MB Quattro e RR o "20 v" Quattro, rispettivamente. Senza eccezione, l'Audi Quattro ha completato solo il cambio manuale a 5 marce. La velocità massima delle copie seriali ha raggiunto i 250 km / h.

Photo Audi Quattro

La trasmissione inizialmente aveva tre differenziali liberi con bloccaggio forzato dell'asse e differenziali posteriori. Fino al maggio 1981, l'attuatore di blocco era puramente meccanico, dopo di che lo schema di azionamento pneumatico fu usato per qualche tempo, che dopo l'agosto 1984 subì alcune modifiche e durò fino alla fine del rilascio di Quattro I. Dall'agosto del 1987, Torsen fu installato al posto del differenziale a centro libero. è stato mantenuto un blocco manuale, che è stato spento a velocità superiori a 25 km / h. Durante il periodo di rilascio di 11 anni, l'aspetto del modello non è cambiato molto.

Nel 1983, iniziarono ad usare i fari combinati con doppio riflettore, e nel cruscotto dell'auto, gli strumenti di misura analogici furono sostituiti con un display LCD. Nel 1985, il modello Quattro fu di nuovo modificato: una nuova grata inclinata, fari e un distintivo di macchina modificato furono installati. Per il modello RR 20 v Quattro è stato utilizzato un nuovo volante di design, costituito da tre raggi.

Photo Audi Quattro

Interni aggiornati: installato un nuovo cruscotto, cambiato il design del volante e l'aspetto del sistema di controllo centrale, interruttori del cruscotto ridisegnati. Nel 1984, lanciarono Quattro Sport con una base più corta da 320 mm. La carrozzeria della Quattro Sport includeva speciali inserti in carbonio Kevlar, ali e ruote più larghe rispetto alla Quattro e un parabrezza meno piatto (su richiesta dei piloti della squadra di rally Audi Sport per migliorare la visibilità). Sotto il cofano, un motore DOHC 20v da 2.1 L (2133 cm3) con una potenza di 355 CV (257 kV).

Nel 1985, la seconda evoluzione della Sport Quattro, conosciuta come la S1, ha introdotto il mondo ad una coupé da corsa Audi più brutale ed estrema. Dal modello di produzione Quattro lasciarono solo pochi ricordi e tocchi individuali, come un frontale riconoscibile con rettangoli di griglie e fari. A quel tempo, i creatori di S1 ​​hanno prestato la massima attenzione al raggiungimento di una perfetta distribuzione del peso lungo gli assi. Il saldo finale a 52:48 è stato ottenuto dopo il trasferimento di radiatori e un generatore sul retro dell'auto. Un nuovo motore di 2110 cm3 e 444 CV è stato installato sull'S1.

Il modello ha debuttato immediatamente con successo alle competizioni di rally. I piloti Walter Röhrl e Christian Geistdörfer, i dirigenti della Audi Sport Quattro S1, hanno vinto la gara di Sanremo del 1985. Nello stesso anno, Michelle Mouton, che gestiva la versione modificata di S1, vinse il concorso Pikes Peak International Hillclimb, stabilendo un record temporale. La produzione del modello è continuata fino al 1991. Gradualmente, l'azionamento quattro è stato offerto anche per altri modelli Audi. Oggi quattro è un'intera famiglia di vetture a trazione integrale e uno dei principali concetti del marchio.

Grazie al costante miglioramento tecnico, la reputazione della trasmissione a trazione integrale è più alta che mai.

Other autos category Audi

Other languiges:

🇮🇹it🇬🇧eng🇫🇷fr🇪🇸es🇩🇪de🇵🇹pt

Select category:

🚗 AC Cars
🚗 Acura
🚗 Alfa Romeo
🚗 Asia
🚗 Aston Martin
🚗 Audi
🚗 BMW
🚗 BYD
🚗 Bentley
🚗 Brilliance
🚗 Bristol
🚗 Bugatti
🚗 Buick
🚗 Cadillac
🚗 Changan
🚗 Chery
🚗 Chevrolet
🚗 Chrysler
🚗 Citroen
🚗 Dacia
🚗 Daewoo
🚗 Daihatsu
🚗 Datsun
🚗 De Tomaso
🚗 Derways
🚗 Dodge
🚗 FAW
🚗 Ferrari
🚗 Fiat
🚗 Ford
🚗 GMC
🚗 Geely
🚗 Great Wall
🚗 Honda
🚗 Hummer
🚗 Hyundai
🚗 Infiniti
🚗 Isuzu
🚗 JMC
🚗 Jaguar
🚗 Jeep
🚗 Kia
🚗 Lamborghini
🚗 Land Rover
🚗 Lexus
🚗 Lifan
🚗 Lincoln
🚗 Lotus
🚗 Luxgen
🚗 MG
🚗 Maserati
🚗 Maybach
🚗 Mazda
🚗 Mercedes
🚗 Mercury
🚗 Mini
🚗 Mitsubishi
🚗 Mitsuoka
🚗 Nissan
🚗 Noble
🚗 Oldsmobile
🚗 Opel
🚗 Peugeot
🚗 Plymouth
🚗 Pontiac
🚗 Porsche
🚗 Renault
🚗 Rolls Royce
🚗 Rover
🚗 Saab
🚗 Saturn
🚗 Seat
🚗 Skoda
🚗 Smart
🚗 Ssang Yong
🚗 Subaru
🚗 Suzuki
🚗 Toyota
🚗 Volkswagen
🚗 Volvo
🚗 Vortex

Advertising!